Per le scuole

FacebookTwitter

Per le scuole

Didattica pellizziana

Anta_06-cover copia Per scaricare il pieghevole in formato pdf clicca sulla copertina

Visite guidate


L’Associazione Pellizza da Volpedo nel corso degli anni si è attivata per far conoscere a un pubblico sempre più vasto la produzione del pittore, operando in parallelo per la valorizzazione del contesto ambientale e culturale in cui maturò la personalità dell’artista. Il disegno di tutela del patrimonio legato alla figura di Giuseppe Pellizza ha condotto alla musealizzazione dei luoghi pellizziani (lo Studio, la casa natale, le campagne, gli ambienti e gli scenari naturali che ispirarono la sua pittura), trasformando Volpedo in un centro di cultura in cui arte, tradizione e storia si fondono nel segno della memoria collettiva e alimentano una forte identità locale. Peraltro ogni iniziativa amplia l’orizzonte di Volpedo, dialogando con le esperienze nazionali e internazionali più avanzate, sia nello specifico della ricerca storico-artistica sia nella progettualità legata alla gestione dei beni culturali.

Le mostre e le manifestazioni pellizziane hanno portato a Volpedo migliaia di persone tra studiosi, ricercatori, esperti e gente comune, richiamata da un’atmosfera sempre colta e cordiale.
Una crescente partecipazione è venuta anche dal mondo della scuola, che da sempre trova nell’arte di Pellizza e nelle peculiarità del luogo una grande ricchezza di stimoli e di opportunità didattiche.

Il riconoscimento della valenza formativa della realtà volpedese ha indotto l’Associazione a elaborare una riflessione nel merito e ad assumersi la responsabilità di svolgere un ruolo propositivo nei confronti della scuola, investendo risorse umane e materiali in ricerca e attività didattica. Dal 2006, quando è stato presentato il primo quaderno didattico, attinente inevitabilmente al dipinto più conosciuto in ambito scolastico, il Quarto Stato, molte classi sono venute a Volpedo, hanno seguito il lavoro proposto, testimoniando interesse e partecipazione gioiosa.
L’offerta doveva essere ampliata, con materiale specifico, calibrato sulle diverse fasce di età e in relazione alle diverse competenze scolastiche. Così è stato fatto.

Oggi si è in grado di offrire tre percorsi didattici, che coprono tutti gli ordini di scuola. Ogni percorso è destinato prioritariamente ad uno specifico livello, ma la sua formula, in quanto flessibile, consente un’applicazione in differenti ambiti curricolari e pluridisciplinari.
I quaderni operativi seguono criteri metodologici codificati; si articolano in sequenze di immagini ed esercizi, gradualmente più complessi e prevedono momenti di sintesi, di discussione e di scrittura. I ragazzi sono condotti a “fare scoperte” e ad acquisire conoscenze forti, “in piena autonomia”. L’insegnante durante la visita a Volpedo avrà un ruolo di stimolo e di sostegno. Se poi in classe vorrà dare spazio all’approfondimento, potrà attingere alle numerose sollecitazioni presenti nei quaderni stessi.
L’Associazione mette a disposizione operatori specializzati nella gestione dei beni culturali e può fornire supporti strumentali per le attività di ricerca.

Il pieghevole illustrativo delle proposte didattiche (aggiornamento 2016), è scaricabile in formato pdf cliccando qui

Le attività didattiche proposte sono state sviluppate da:
Roberta Allesina, Silvia Merlino, Michela Moratto, Paola Rossi

e-mail: didattica@pellizza.it

 


Le visite per le scuole si avvalgono di specifici strumenti, I “Quaderni didattici”, frutto del lavoro sul campo della prof.ssa Gabriella Fusi, esperta di didattica della storia e consulente dell’Associazione.
Per consultare i contenuti dei Quaderni, cliccare sulle copertine:

Microsoft Word - Il Quarto Stato - Copertina.doc Quaderno Uno (2. ed.): Il Quarto Stato (2011)

Microsoft Word - Il pittore di Volpedo - Copertina.doc Quaderno Due: Il pittore di Volpedo (2009)

Microsoft Word - copertina quaderno 3.doc Quaderno Tre: Pellizza dipinge… (2009)